Salta al contenuto principale

Un Master per formare esperti nella gestione dei dispositivi medici

Fornire gli strumenti normativi e operativi per creare figure professionali altamente specializzate in grado di gestire con successo i vari aspetti che riguardano i dispositivi medici è l’obiettivo del Master in Regolamentazione e Governance dei Dispositivi Medici promosso dall’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Intervista alla coordinatrice del Master la professoressa Fabiana Quaglia.

Professoressa, che impatto ha avuto la pandemia sulla regolamentazione e governance dei dispositivi medici?

La pandemia da Covid 19 ha messo chiaramente in luce una serie di criticità per ciò che concerne la regolamentazione e la governance dei dispositivi medici. Criticità, a dire il vero, riscontrabili anche in precedenza, visto che il settore dei dispositivi medici vive una fase di grande espansione già da alcuni anni. Tuttavia, gli avvenimenti estremi vissuti durante la pandemia hanno enfatizzato quanto sia importante la disponibilità di dispositivi medici a garanzia della sicurezza dei pazienti e degli operatori sul territorio nazionale. Da questa situazione emergenziale si aprono nuove opportunità di sviluppo del settore e allo stesso tempo, nuove sfide nel campo della regolamentazione e della governace dei dispositivi medici. Tale ambito, sottolineo, continua tutt’oggi a crescere in modo considerevole per poter soddisfare da un lato le richieste dei cosiddetti mercati emergenti, e dall’altro per far fronte alle conseguenze dell’invecchiamento della popolazione e del relativo aumento delle patologie, con particolare riferimento a quelle croniche.

Come si sviluppa il percorso didattico del Master?

Il Master offre un percorso finalizzato alla formazione di figure professionali altamente specializzate operanti nel campo dei dispositivi medici. Il percorso didattico sarà caratterizzato da lezioni frontali, alle quali si aggiungeranno poi esperienze laboratoriali, seminari, visite guidate, workshop affiancate da attività di tirocinio presso aziende ed enti pubblici per permettere allo studente di acquisire ampie conoscenze e competenze direttamente sul campo.

A chi è rivolto e quali profili forma?

Il master si rivolge a laureati delle lauree magistrali in Farmacia e Farmacia industriale, Biologia, Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche e Medicina e chirurgia ed intende fornire gli strumenti metodologici utili per operare sia nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale sia in aziende che si occupano di dispositivi medici. In particolare, attraverso l’acquisizione ed il consolidamento di conoscenze di carattere normativo e operativo, saranno formate figure professionali in grado di gestire con successo i vari aspetti che riguardano i dispositivi medici. I diplomati apprenderanno le normative nazionali ed europee del settore e saranno capaci di trovare soluzioni alle problematiche regolatorie e di gestione clinica, validazione dei processi produttivi, classificazione, monitoraggio, sorveglianza e vigilanza dei dispositivi medici. Saranno anche in grado di intervenire con efficacia nelle procedure di acquisto e nelle strategie di accesso al mercato, nella Health Technology Assessment e, più in generale, nelle dinamiche di governance.

Sono previsti stage?

Si, sia presso enti del Servizio Sanitario Nazionale sia presso importanti aziende private che operano nel campo dei dispositivi medici.

Quali prospettive occupazionali ci sono per chi si diploma al Master?

Il settore dei dispositivi medici è in grande espansione per cui gli sbocchi professionali sono diversi e riguardano sia l’ambito pubblico (Ministero della Salute, aziende ospedaliere, aziende ospedaliere universitarie, aziende sanitarie locali, enti appaltanti) sia quello privato (aziende e società di consulenza).

 

Scheda Master

Tipologia Master: II Livello
Sito web
Posti disponibili: 30
Durata del corso: annuale
Periodo di svolgimento: da marzo a giugno da settembre a dicembre
Modalità didattica: convenzionale (in presenza)
Lingua: italiana
Frequenza: obbligatoria per l’80%
Sede del corso: Dipartimento di Farmacia (via Domenico Montesano 49 – Napoli)
Scadenza presentazione domande di ammissione: 06/02/2023
Modalità di selezione: per titoli e colloquio orale
Quota di partecipazione: euro 3.000 (tremila)
Agevolazioni/borse di studio: 6 (sei) borse di studio di euro 800 (ottocento)
Per informazioni: valentina.orlando@unina.it; quaglia@unina.it